Dallo spazio a Palermo…Ecco il nostro ospite speciale!

Siamo ormai giunti a pochi mesi del Congresso di Palermo e molte delle novità riservate a noi giovani sono state introdotte e presentate: abbiamo presentato le Junior Enterprise JeG e JEToP, abbiamo parlato del grande esperimento di sabato mattina (che speriamo abbia stuzzicato il vostro interesse) e, non ultimo, abbiamo anche presentato le attività out-Congresso di venerdì sera e domenica mattina, ma…abbiamo deciso di fare di più!  Se tutto quello che è stato anticipato non mi ha convito fino infondo…beh il nostro ospite speciale sarà certamente un incentivo a partecipare!
Abbiamo voluto invitare qualcuno di insolito, non un giornalista o un attore, non un artista e non certamente un politico, ma qualcuno che nella sua vita ha inseguito il sogno delle stelle, che ha creduto fino in fondo nella propria passione e, lavorando duramente, è riuscito a vedere il nostro pianeta da lassù, ben 4 volte. Oggi continua ancora a seguire il suo sogno spaziale insegnando a giovani studenti della scuola politecnica federale di Losanna (EPFL) come progettare sistemi e missioni spaziali sperando, chissà un giorno, di poter vedere noi, comuni uomini, fluttuare nel freddo ma mozzafiato infinito dello spazio.
E’ con grande piacere e onore che vi comunichiamo che all’81esimo Congresso degli svizzeri in Italia di Palermo 2019 sarà presente il primo astronauta svizzero che è andato nello spazio, il professore Claude Nicollier.

Claude Nicollier – Astronauta

Il professore sarà presente non solo per parlare della sua esperienza tra le stelle (e rispondere alle vostre domande più curiose) ma anche per parlare di un ambito imprenditoriale che ormai da qualche anno sta diventando sempre più importante e grosso: la Space Economy.
Satelliti per la sorveglianza del pianeta, per le telecominicazioni, per Internet e non meno importanti per la geolocalizzazione stanno assumendo sempre maggiore importanza nelle nostre vite tanto da spingere Start-Up e aziende private ad investire in nuovi programmi per il lancio di satelliti innovativi.
Anche il trasporto Suborbitale, che consentirà di arrivare da Londra a Sydney in meno di 2 ore, sta negli ultimi anni trovando l’interesse di sempre più aziende interessate ad investire nello sviluppo di spazioplani che consentiranno rapidi spostamenti attraverso il pianeta.
E la Luna? Anche il nostro satellite naturale è il bersaglio di diverse aziende private pronte a investire milioni nella ricerca di metodi per garantire la permanenza di esseri umani sulla sua superficie e per sfruttare le importanti risorse del suo terreno.E se pensate che la Svizzera sia un paese troppo piccolo per pensare così in grande…beh vi sbagliate! Tanti sono i progetti svizzeri in campo spaziale e presentarveli è certamente il nostro obiettivo!
Il professor Nicollier è direttamente attivo in questi progetti, grazie alla collaborazione con lo Swiss Space Center, e a Palermo verrà a spiegare la grande realtà svizzera nello spazio.
E quindi…siete ancora dubbiosi sulla vostra partecipazione al Collegamento di Palermo?
Vi ricordo che le iscrizioni sono già aperte, trovate il QR code per accedere al modulo di iscrizione nella Gazzetta di febbraio o nei nostri social Facebook di YPSA e UGS dove troverete anche il link allo stesso modulo e tante altre info riguardanti l’evento!

Per il momento è tutto appuntamento a tutti voi a maggio a Palermo, partecipate numerosi mi raccomando!

Roberto Landolina (Comitato YPSA)